2. Materiali
3. Tecnologie
4. Requisiti di progettazione
CAPITOLO 1 - TIPOLOGIE COSTRUTTIVE
1.3 - CONCEPT CARS
1.3.9 - Altre Concept Cars

Ford Contour (1991)

Il telaio è uno Space Frame in lega di alluminio sviluppato dalla Ford Advanced Manufacturing con la collaborazione della Reynolds Aluminium e realizzato mediante profilati estrusi a sezione rettangolare monocella e multicella.

La carrozzeria è realizzata con pannelli compositi.

Italdesign Structura (1998) e Italdesign Aston Martin Twenty Twenty (2001)

Italdesign Structura
Italdesign Aston Martin Twenty Twenty

Entrambi i prototipi hanno uno Space Frame in alluminio: la particolarità risiede nel fatto che esso non è coperto dai pannelli della carrozzeria, ma integrato con essi, e contribuisce in questo modo a definire lo stile esterno della vettura.

Cadillac Imaj (2000)

Cadillac Imaj (2000)

Ha uno Space Frame in lega di alluminio costituito da profilati estrusi: esso è in parte esposto nei montanti A, nei longheroni e nei SRR.

Fiat Ecobasic (2000)

Space Frame della Fiat Ecobasic

E’ una City Car con una scocca non convenzionale stampata in acciaio, simile ad un telaio a reticolo e composta da elementi di forma semplice, con puntoni anteriori e longheroni posteriori rettilinei.

La carrozzeria è realizzata con pannelli plastici pigmentati in massa. 

Altre

Oltre alle vetture citate, molte altre Concept Cars adottano degli Space Frame in lega leggera, fornendo una base per la studio delle varie configurazioni possibili, tra cui:

  • Pininfarina Ethos 1, Ethos 2, Ethos 3;
  • Ford Synthesis-2010 (1993);
  • GM Impact (1994): SF saldato e incollato con 168 componenti;
  • Bertone Slim.
 
 
Copyright 2001-2010 Marco Traverso - All Rights Reserved