2. Materiali
3. Tecnologie
4. Requisiti di progettazione
CAPITOLO 1 - TIPOLOGIE COSTRUTTIVE
1.4 - RICERCHE E SVILUPPI IN CORSO
1.4.3 - Fiat Space Frame e Dual Frame

L’utilizzo di telai di tipo Space Frame rientra nella strategia di prodotto del Gruppo Fiat tesa ad una diminuzione del numero delle piattaforme comuni, con conseguenti diminuzione dei costi ed aumento della flessibilità.

In particolare, mentre l’intera gamma si baserà su due “superpiattaforme” da oltre 1 milione di unità all’anno ciascuna, per coprire rispettivamente i segmenti A/B e C/D/H.

Ai telai Space Frame spetterà il compito di costituire la base dei modelli non basati su queste, come i veicoli di nicchia, i modelli del segmento E, come le future Alfa Romeo 166 e Lancia K, gli Sport Utility Vehicles (SUV).

Ulteriori vantaggi indicati dalla Fiat sono:

  • Investimenti nei macchinari ridotti del 20%;
  • Costi di produzione ridotti del 30%;
  • Riduzione del Time-to-Market;
  • Flessibilità per cambiamenti nella carrozzeria;
  • Prestazioni dinamiche e comportamento a crash.
  • Minore ingombro negli impianti di produzione: la maggior parte dei sottocomponenti è preparata prima dell’assemblaggio della scocca.

Introdotto nella gamma Fiat con la Multipla, si tratta di uno Space Frame in acciaio, costituito da profilati piegati e saldati (vedi Figura).

Principali componenti dello Space Frame Fiat (fonte: Fiat Auto)

Consente una elevata flessibilità produttiva, ed ha già trovato applicazione produttive con il modello Multipla (1998), prodotto in 60000 unità/anno.

Per soluzioni con volumi produttivi maggiori è stato elaborato un telaio ibrido, la piattaforma Fiat Type C/D(2), detto Semi-Space Frame, che integra tra loro monoscocca e Space Frame.

La Stilo (2001) è stata sviluppata su questa struttura, che ne ha reso possibile la differenziazione tra le versioni 3 e 5 porte nelle principali dimensioni (vedi Tabella seguente).

 

Lungh. [mm]

Largh [mm]

Altezza [mm]

Passo [mm]

Fiat Stilo
3 porte

4182

1784

1475

2600

Fiat Stilo
5 porte

4253

1756

1525

2600

Differenze dimensionali Fiat Stilo 3p e 5p (fonte: Fiat Auto, 2001)
Dual Frame Fiat (fonte: Fiat Auto)

Brevetto ideato dallo svizzero Franco Sbarro ed acquistato dalla Fiat, il Dual Frame (“doppio telaio”) consiste nella scomposizione di un telaio di tipo Space Frame in due parti distinte:

  • Un telaio inferiore modulare che sostiene e permette di intercambiare gli organi meccanici;
  • Un telaio superiore che sorregge i pannelli esterni e dà forma e volume alla vettura.

I due telai in acciaio sono connessi tra loro mediante tasselli elastici: in questo modo si ha notevole vantaggio in termini di isolamento acustico, con una riduzione prevista di 5-7 dB. In una seconda fase dello sviluppo si potranno utilizzare tasselli a controllo idraulico oppure “adattivi”, in grado cioè di cambiare tipo di risposta in tempo reale grazie all’adozione di fluidi magnetoreologici, con viscosità variabile in funzione di un campo magnetico agente controllato da una centralina elettronica.

Il progetto è destinato a essere sviluppato nell’immediato futuro per vetture con bassi volumi di produzione, per le quali si avrebbero i maggiori vantaggi in termini di contenimento dei costi e di flessibilità.

E’ da osservare che il recente accordo Fiat-GM potrebbe implicare dei cambiamenti rispetto ai progetti ed ai programmi esposti.

 
 
Copyright 2001-2010 Marco Traverso - All Rights Reserved