2. Materiali
3. Tecnologie
4. Requisiti di progettazione
CAPITOLO 1 - TIPOLOGIE COSTRUTTIVE
1.6 - SPACE FRAME
1.6.2 - Aspetti produttivi generali

La soluzione dello Space Frame, pur apparendo più snella e flessibile per il minor numero di componenti e la conseguente semplificazione delle operazioni di assemblaggio, richiede una serie di tecniche di produzione con scarsa attitudine alla automazione, per varie ragioni:

  • Instabilità dimensionale;
  • Costi di lavorazione;
  • Maggior richiesta di “rework”.

In sostanza è richiesta una tecnologia di tipo “labor-intensive” opposta a quella “equipment-intensive” dell’acciaio.

Tuttavia è possibile raggiungere una elevata flessibilità produttiva e progettuale che si evidenzia attraverso diverse considerazioni:

  • Possibilità di adottare una strategia di Platform Sharing, con un risparmio medio del 20% sui costi di sviluppo di un nuovo modello, mediante lo sviluppo di strutture Space Frame modulari.
  • Tempi e costi inferiori per modifiche successive alla messa in produzione;
  • Maggiore libertà nella scelta dei materiali, con la creazione di componenti più efficienti e specializzati;
  • Riduzione del numero dei componenti: è possibile utilizzarne meno di 100 contro i circa 300 di una scocca in acciaio.
 
 
Copyright 2001-2010 Marco Traverso - All Rights Reserved